Giorgio Ciancitto

personal web site

11 Settembre 2001 – Il video verità

Ecco il video che rappresenta di più la verità di quel tragico giorno.

 

A rischio il memorial Mariano Ventimiglia

Mariano Ventimiglia

Mariano Ventimiglia

Con grande dispiacere inauguro questo sito con una notizia, per niente nuova per me, ma di grande effetto per chi da anni segue o partecipa al Memorial Mariano Ventimiglia. Il memorial è stato da sempre un’istituzione culturale per la città di Paternò e vedere l’arroganza e l’indifferenza delle istituzioni è stato per noi, in questi anni, davvero deleterio per l’associazione Paternesi.com. Di seguito il testo completo della denuncia pubblicata sul sito www.paternesi.com : “Mi ritrovo ancora a dover scrivere, dopo anni di totale menefreghismo e cecità da parte dell’Amm. Comunale di Paternò, a denunciare la rischiosa e incresciosa situazione relativa alla manifestazione che quest’anno compie 10 anni.
Mi riferisco al Memorial che ogni anno dedichiamo al maestro Mariano Ventimiglia; artista conosciuto in tutto, le sue opere sono in Vaticano e nelle ambasciate di paese d’oltre mare.
Il paternese vincitore della Biennale di Venezia non vince mai in casa, questo per volontà dei nostri amministratori che persistono in un azione di indifferenza nei confronti di Paternesi.com che dal 2002 opera sul territorio paternese senza nulla a pretendere. Oggi però pretendiamo, pretendiamo rispetto per una persona di cui ricordiamo non solo le opere d’arte ma anche la grande umanità che espresse durante la seconda guerra mondiale ai danni dei tedeschi per salvare vite umane. Vi racconto cosa è accaduto in questi mesi e tutto ciò ripetetelo per circa 9 anni.
Conscio della grande considerazione che l’amministrazione comunale ha nei riguardi della nostra associazione, protocollo la richiesta a Novembre 2014 (per svolgere l’evento in Giugno 2015) nella speranza di avere in anticipo luogo, date e se possibile qualche contributo visto che si tratta della X edizione ed avevamo intenzione di fare qualcosa di straordinario.
A Febbraio contatto l’ufficio preposto e mi assicurano che qualcuno mi chiamerà presto. Ad Aprile la mia pazienza finisce e contatto nuovamente l’ufficio i quali mi dicono di non aver visto la proposta, addirittura era andata persa. A questo punto contatto i giornalisti paternesi i quali riescono ad aiutarci pubblicando un articolo di denuncia dando una grande enfasi per il grave errore commesso. Con grande sorpresa due funzionari mi contattano immediatamente dicendomi che non era necessario dover alzare tutto questo polverone e che potevo chiamare loro direttamente. Ribadisco di aver protocollato una regolare richiesta e che non solito chiamare l’amico o il politico di turno per un’azione a dir poco “clientelare”. Loro mi assicurano che la manifestazione avrà luogo e nel contempo mi propongono di creare un progetto che loro stessi avrebbero presentato alla Regione Sicilia al fine di ottenere un contributo per lo svolgimento del Memorial e per questo motivo spostiamo le date ad Ottobre 2015. Da Aprile a circa due settimane fa non ricevo alcuna risposta. Quindi contatto ancora i preposti i quali mi dicono che in settimana qualcuno mi chiamerà; imperterrito e non avendo ricevuto risposta alcuna, li contatto nuovamente ed ho il piacere finalmente di parlare con il neo assessore alla cultura la quale si vede smarrita e mi dice di aver visto la nostra richiesta soltanto una settimana prima di questa telefonata. La stessa mi assicura che mi avrebbe chiamato entro la settimana per vedere se l’amministrazione comunale accetta di fare l’evento anche perchè i fondi sono finiti ! Alla luce di tutto ciò mi chiedo perchè io debba aspettare così tanto tempo per un semplice “NO”; mi chiedo anche perchè un evento protocollato a Novembre non viene inserito all’interno della famosa programmazione culturale di cui l’assessore dice di attenersi. Mi chiedo anche come mai, parlando quindi di contributi, uno spettacolo svoltosi giorno 5 Settembre 2015 ha avuto un protocollo datato giorno 28 Agosto 2015. Non me ne vogliano i fautori di codesto interessante spettacolo, ma aver visto “uscire” 3100 euro dalle casse del Comune in nemmeno 8 giorni e dover attendere 11 mesi per sentirmi dire che i fondi sono terminati, mi sembra a dir poco una presa in giro.
Anche se oggi, come immagino qualcuno mi chiamerà e mi dirà che l’evento sarà possibile farlo, mi chiedo come possa organizzare tutto in quanto sono invitati oltre 100 artisti provenienti da tutta Sicilia, per non parlare di tutto ciò che sta dietro l’organizzazione di un simile evento in termini di pubblicità, stampe, manifesti, inviti, brochure, cataloghi…
A questo punto pubblico questo articolo di denuncia nei confronti dell’attuale amministrazione comunale di Paternò per il mancato rispetto delle norme che regolano il protocollo relativo alle richieste e per il mancato rispetto nei confronti dell’Associazione Culturale Paternesi.com che fin quando “serviva” poteva essere considerata, quando si è fatta scomoda non è stata più di loro interesse. Mi rivolgo ai giornalisti e alle testate giornalistiche del nostro paese al fine di divulgare questo articolo di denuncia affinchè tutto questo sia di conoscenza pubblica.”